Non mancate a questo appuntamento writers, taggers, hip hoppers o semplici appassionati del Graffiti Writing e delle funkie stories dei seventies.
Questo libro è considerato uno dei primi ad aver raccontato l’inizio del fenomeno + rivoluzionario dell’arte cosidetta di strada.
E’ stato scritto da un italiano nei primi anni settanta, dopo un viaggio a NYC, pubblicato nel 1978, finalmente è stato ristampato grazie al lavoro dei ragazzi di Whole Train Press.
Racconta delle prime TAG, dei primissimi writers con uno spaccato molto bello sulla vita sociale di quel periodo: la povertà, le gangs, il ghetto, le varietà etniche che si incrociano e ,come dal degrado urbano, sia nata una cultura artistica con un impatto così forte fino ad oggi.
Si inizia alle h17 con la performance di “2 OLD” sulle vetrine del nostro shop, eseguita utilizzando dei markers acrilici di ultima generazione.
Groo(lo)ve si preoccuperà dell’accompagnamento musicale estrapolando dalla sua collezione privata di vinili perle del miglior funk, soul & r&b strictly seventies.
Alle h19 Presentazione del libro “Graffiti a New York” di Andrea Nelli, con Andrea Caputo e Whole Train Press. Durante la giornata sarà possibile acquistare il libro ad un prezzo ridotto.
“Inizi nella tua strada, poi passi agli autobus. Invadi il tuo quartiere,poi conquisti la tua linea metropolitana,infine occupi la città intera.” SPAR ONE
Breve presentazione:Nel 1972 Andrea Nelli si trova a New York e vede sui muri e sui vagoni delle metro le prime tag e i primi pezzi. Nomi come Big-O 116, Evil Erf 14, Super Kool 223 e Coco 144, per citarne qualcuno. Sarà proprio Coco 144 uno dei writer che farà da guida ad Andrea Nelli, il quale non perde l’occasione di scattare centinaia di foto, fino ad oggi rimaste inedite. Nel mondo non erano ancora usciti libri sul graffiti writing (il primo sembra essere stato ‘The Faith of Graffiti’, nel 1974) e questo spinse Andrea Nelli ad indagare maggiormente questo fenomeno. Tornato in Italia, gli scritti dell’autore diventano la sua tesi di laurea e successivamente vengono pubblicati, corredati da una cinquantina di immagini, da una piccola casa editrice che presto fallisce e che quindi non ne riesce a curare una distribuzione completa. Quindi il libro Graffiti a New York del 1978 (che rimane comunque uno dei primi libri al mondo sui graffiti) è quasi un inedito, anche in questa nuovissima riedizione curata da Andrea Caputo (autore di All City Writers) che contiene più di 100 foto (quindi circa 50 in più che nella prima edizione) che immortalano i graffiti nei primissimi anni della loro esistenza.
Dal punto di vista editoriale, Graffiti a New York si presenta in modo impeccabile: rilegato a mano in modo totalmente artigianale da un piccolo laboratorio romano, il libro racchiude in copertina e retro copertina le immagini originali del volume, incorniciate nella tela tipica delle tesi di laurea universitarie.
Un libro davvero imperdibile, tutto da leggere e da conservare. Consigliato.
Questo evento è realizzato grazie a Sanantonio42, Whole Train Press, Montana 94, Molotow, B&B Le Donzelle.
Seguici su www.sanantonio42.it

 

Categorie: Eventi

Lascia un commento